Dunque: quali sono e cosa riguardano le Soft Skills ovvero le Competenze Trasversali?

Precisione, resistenza allo stress, problem solving. Sono ricercate oggi in ambito lavorativo e riguardano il carattere, le modalità di relazionarsi  in società e le capacità di comunicazione necessarie per il successo sul lavoro così come nella vita di tutti i giorni.

Per la verità non esiste un elenco completamente condiviso tra gli addetti ai lavori in azienda. Ne possiamo individuare diverse, di differente rilevanza. Tra quelle maggiormente richieste dalle aziende ne indico quelle a mio parere più significative, e che posso suddividere in 3 gruppi.

 

Competenze trasversali – il problema, le risorse e i processi

  • Capacità di analisi e attenzione al dettaglio: riguarda la capacità di entrare nel dettaglio di un problema o una situazione e identificarne gli elementi significativi.
  • Capacità di organizzazione: la capacità di scegliere ed usare al meglio le risorse a disposizione (i.e. il tempo) e impostare una strategia (efficace ed efficiente)per lo scopo prefissato.
  • Capacità di problem solving: capacità di far fronte in emergenza in modo originale e adatto al momento specifico
  • Creatività: “think out of the box”, capacità di vedere da varie prospettive e innovare per migliorare le procedure standard. Questa competenza è utile per migliorare in continuo oggetti e procedure, anche quando tutto già procede bene.
  • Orientamento all’obiettivo e/o al risultato: capacità di offrire un contributo per la crescita dell’azienda e di sé stessi facendo propri obiettivi e motivazioni aziendali.

Competenze trasversali – relazioni interne ed esterne

  • Capacità di leadership: capacità di assumere le responsabilità portando il team a perseguire l’obiettivo con coesione ponendosi come leader nel proprio contesto. In generale si riconoscono 2 tipologie di Leadership: strumentale (che guida verso il pratico raggiungimento del risultato) ed espressiva (tiene assieme il team anche emotivamente).
  • Capacità di negoziazione: capacità di portar insieme istanze aziendali e delle controparti ( saper negoziare, tenendo in considerazione le nostre istanze e quelle delle varie controparti, che siano clienti, fornitori o membri dello.
  • Capacità relazionali ed espressive: avere il controllo dei propri stati emotivi anche  in situazione critiche, costruendo positive relazioni con le altre persone.
  • Predisposizione al lavoro in Team: per lavorare in comune accordo con considerazione del proprio ruolo e chiedendo/offrendo aiuto al bisogno.
  • Capacità di lavorare in autonomia: capacità di prescindere dal riferimento esterno facendosi carico delle responsabilità in modo personale a autonomo.
  • Orientamento al cliente: la capacità di soddisfare le esigenze del cliente (o saper comunicare al cliente in modo efficace in caso di impossibilità) lasciando in secondo piano le proprie o quelle aziendali..

Competenze trasversali – Ambito del sé

  • Flessibilità e adattabilità: capacità di muoversi in tempi, spazi, procedure etc. NON ideali. La flessibilità NON è  sottomissione.
  • Tolleranza allo stress: lavorare bene mantenendo gli obiettivi indicati dall’azienda anche  in situazioni faticose e di stress emotivo.

Vuoi saperne di più?